Amarone della Valpolicella DOC - Santi - 6 bottiglie

Da vigne particolarmente vocate nei comuni veronesi "storici" di Negrar, Fumane e Marano, allevate a pergola, nasce L'Amarone della Valpolicella DOC, rosso scuro con tenui orli granati; profumo intenso, penetrante, etereo ed elegantissimo. Di sapore caldo, pieno e vigoroso, è particolarmente adatto con carni rosse, selvaggina, formaggi forti. La vendita è vietata ai minori di 18 anni.

Vendemmia 2008.
Cartone da 6 bottiglie

Maggiori dettagli

AMARONE DELLA VALPOLICELLA
Provenienza: Veneto

Le uve: Corvina 75%, Rondinella 25%

Il vigneto: vigne particolarmente vocate nei comuni "storici" di Negrar, Fumane e Marano, allevate a pergola con esposizione a sud-ovest, su un terreno sassoso, di natura argilloso-calcarea.

La vinificazione: ad ottobre, qualche giorno prima dell'inizio della normale vendemmia, c'è una cernita rigorosa dei grappoli più sani (dal 5 al 15% del totale) che vengono raccolti a mano in plateaux da 7 kg e lasciati appassire per 3 mesi in locali asciutti e bene aerati; la disidratazione naturale arricchisce gli acini in concentrazione zuccherina, composti polifenolici ed aromatici. A gennaio l'uva appassita viene suddivisa in diverse partite e quindi pigiata e vinificata tradizionalmente "in rosso". Grazie a prolungate macerazioni e soprattutto a calibrate gestioni di temperature e rimontaggi, vengono esaltate le peculiarità di ciascuna partita ottenendo così vini differenziati e fortemente espressivi del territorio.

La maturazione: dopo la fermentazione il vino matura per circa 2 anni in legno. Nel primo anno la scelta del tipo di affinamento è conseguenza della caratteristica del vino e si utilizzano botti e barriques di diversa età, origine e tostatura, con un abile gioco di incroci. Successivamente l’intera massa viene unita e messa a riposo in grandi botti. Prima della commercializzazione il vino affina in bottiglia per circa 6 mesi.

Il vino: colore rosso scuro con tenui orli granati; profumo intenso, penetrante, etereo ed elegantissimo con note dominanti di uva appassita e di prugna essiccata, e con sentori più sfumati di spezie (chiodo di garofano, cannella), confettura di marasche e giaggiolo; sapore caldo, pieno e vigoroso, austero, con elegante fondo di nocciolo di pesca e di mandorla tostata che si sofferma assai a lungo in bocca.

  • Dati analitici: alcol 15,2%; acidità totale 5,6 g/l; pH 3,4; zuccheri 8 g/l; estratto 31 g/l;
  • Conservazione ottimale: 8-10 anni in bottiglie coricate al fresco e al buio.
  • Abbinamenti gastronomici: carni rosse, selvaggina, formaggi forti.
  • Temperatura di servizio: 18°C.

 

CANTINE SANTI: L’ECCELLENZA VERONESE. La Casa Vinicola Santi fondata nel 1843 da Attilio Carlo Santi, iniziò la sua produzione dedicandosi ai classici Soave, Valpolicella, Recioto, Amarone e Bardolino ottenuti da uve raccolte in vigneti di proprietà nel cuore delle zone più vocate. La Santi, nel corso degli anni si è progressivamente trasformata. E’ stata la Santi ad inaugurare il “percorso qualità GIV” che ha interessato tutta la filiera produttiva, dal vigneto alle tecniche di vinificazione, dal pensiero enologico all’imbottigliamento. Tre sono le cantine di vinificazione: Tenuta Pule, San Pietro Incariano e Tenuta Preella, una di maturazione ed una di imbottigliamento, a Pedemonte, dotata delle più moderne tecnologie. Santi è oggi sinonimo di prodotti di grande prestigio, frutto delle capacità e dell’esperienza degli enologi, gelosi delle loro tradizioni ed al contempo rivolti al futuro.

  • Peso 10

30 altri articoli della stessa categoria