Bardolino classico DOC - Cà Bordenis - Santi - 6 bottiglie

La denominazione, di radice germanica (probabilmente dal patronimico "bardilio"), secondo una leggenda deriverebbe da Bardali, figlia di re Auleto e nipote di Manto, fondatore di Mantova, ricordato da Virgilio e da Dante. Di certo nel circondario di Bardolino, sulla sponda veronese del lago di Garda, la viticoltura è antichissima, come testimoniano i vinaccioli ritrovati tra le palafitte da Peschiera a Lazise, risalenti all'Età del bronzo. Il Bardolino Classico Ca' Bordenis prende il nome da un antico casale in comune di Bardolino, da sempre circondato da viti, ulivi e cipressi. La produzione di questo vino è iniziata nel 1975. La vendita è vietata ai minori di 18 anni.

 

Vendemmia 2013
Cartone da 6 bottiglie

Maggiori dettagli

BARDOLINO CLASSICO DOC
Provenienza: Veneto

Le uve: 65% corvina, 35% rondinella.

Il vigneto: il nostro vigneto Cà Bordenis è un crù di 5.09 ettari e si trova a Calmasino di Bardolino. È allevato a Guyot e si affaccia sul Lago di Garda, con esposizione sud-est a 130 metri di altitudine; il terreno, eroso dalla glaciazione Wurniana, molto magro ma ricco di calcio, con scheletro duro e sassoso, permette una resa di soli 80-100 quintali di uva ad ettaro. Questo vigneto è da molti considerato come esempio della più corretta gestione agronomica nell’area classica del Bardolino e viene utilizzato dagli enti locali come miglior campione per il monitoraggio delle condizioni pedoclimatiche e della maturità delle uve.

La vinificazione: le uve perfettamente sane e mature, raccolte a fine settembre, dopo la pigiatura sostano in serbatoio a bassa temperatura per alcuni giorni. Dopo questa macerazione prefermentativa a freddo, con l’innalzamento della temperatura inizia una fermentazione lenta di 6- 8 giorni, con gestione di temperature e rimontaggi diversificati in funzione delle varie componenti strutturali ed aromatiche per esaltare le peculiarità dell’uva e del vigneto di origine.

Il vino: colore rosso rubino; profumo fresco e fragrante, con forti sentori di lampone e marasca con note speziate e floreali; sapore fruttato e particolarmente sapido, delicato ma di buon corpo e ottima persistenza.

  • Dati analitici: alcol 12,2%; acidità totale 5,1 g/l; pH 3,2; zuccheri 4,6 g/l; estratto 22 g/l.
  • Conservazione ottimale: 2 anni o più in bottiglie coricate al fresco e al buio.
  • Abbinamenti gastronomici: salumi, primi piatti saporosi, pollame e carni bianche.
  • Temperatura di servizio: 14 -16°C.

CANTINE SANTI: L’ECCELLENZA VERONESE. La Casa Vinicola Santi fondata nel 1843 da Attilio Carlo Santi, iniziò la sua produzione dedicandosi ai classici Soave, Valpolicella, Recioto, Amarone e Bardolino ottenuti da uve raccolte in vigneti di proprietà nel cuore delle zone più vocate. La Santi, nel corso degli anni si è progressivamente trasformata. E’ stata la Santi ad inaugurare il “percorso qualità GIV” che ha interessato tutta la filiera produttiva, dal vigneto alle tecniche di vinificazione, dal pensiero enologico all’imbottigliamento. Tre sono le cantine di vinificazione: Tenuta Pule, San Pietro Incariano e Tenuta Preella, una di maturazione ed una di imbottigliamento, a Pedemonte, dotata delle più moderne tecnologie. Santi è oggi sinonimo di prodotti di grande prestigio, frutto delle capacità e dell’esperienza degli enologi, gelosi delle loro tradizioni ed al contempo rivolti al futuro.

  • Peso 10

30 altri articoli della stessa categoria