Bardolino chiaretto DOC - L'infinito - Santi - 6 bottiglie

E' la tradizionale versione "in rosa" del Bardolino, una denominazione di radice germanica (probabilmente dal patronimico "bardilio") che secondo una leggenda deriverebbe da Bardali, figlia di re Auleto e nipote di Manto, fondatore di Mantova, ricordato da Virgilio e da Dante. La produzione di questo vino è iniziata nel 1993. La vendita è vietata ai minori di 18 anni.

Vendemmia 2013
Cartone da 6 bottiglie

Maggiori dettagli

BARDOLINO CHIARETTO Doc
Provenienza: Veneto

Le uve: 65% corvina, 30% rondinella, 5% molinara

Il vigneto: vigneti selezionati di proprietà, allevati a pergola nei comuni più vocati della zona DOC (Bardolino e Cavaion) ad altitudine variabile da 100 a 150 metri, nella parte sud-orientale del Lago di Garda. Sono terreni sassosi, di origine morenica, a medio impasto, con scheletro duro e una resa di uva di 120 quintali per ettaro.

La vinificazione: le uve raccolte a mano metà settembre, sono pigiate con massima cura e vinificate "in rosa" a bassissima temperatura. Ottenuta la giusta intensità di colore, dopo breve contatto con le bucce, si estrae solo una piccola percentuale di mosto fiore limpido che poi fermenta molto lentamente a temperatura controllata e con lieviti selezionati. Su una piccola parte del vino è indotta la fermentazione malolattica. Il vino nuovo si affina in acciaio, al freddo e sempre ben protetto da fenomeni ossidativi. L’imbottigliamento, sterile a freddo, avviene molto presto per preservare la freschezza del vino.

Il vino: colore rosa intenso con vivi riflessi rossi; profumo intenso ed elegante, fragrante di uva matura, con delicati sentori di marasca, lampone e di ribes; gusto equilibrato, molto sapido, fresco e fruttato.

  • Dati analitici: alcol 11,8%; acidità totale 5,2 g/l; pH 3,2; zuccheri 5,2 g/l; estratto 19 g/l.
  • Conservazione ottimale: 1-2 anni in bottiglie coricate al fresco e al buio.
  • Abbinamenti gastronomici: antipasti all'italiana, primi piatti, preparazioni particolarmente saporose a base di pesce (zuppe, brodetti, umidi), carni bianche.
  • Temperatura di servizio: 12 - 14°C

 

CANTINE SANTI: L’ECCELLENZA VERONESE. La Casa Vinicola Santi fondata nel 1843 da Attilio Carlo Santi, iniziò la sua produzione dedicandosi ai classici Soave, Valpolicella, Recioto, Amarone e Bardolino ottenuti da uve raccolte in vigneti di proprietà nel cuore delle zone più vocate. La Santi, nel corso degli anni si è progressivamente trasformata. E’ stata la Santi ad inaugurare il “percorso qualità GIV” che ha interessato tutta la filiera produttiva, dal vigneto alle tecniche di vinificazione, dal pensiero enologico all’imbottigliamento. Tre sono le cantine di vinificazione: Tenuta Pule, San Pietro Incariano e Tenuta Preella, una di maturazione ed una di imbottigliamento, a Pedemonte, dotata delle più moderne tecnologie. Santi è oggi sinonimo di prodotti di grande prestigio, frutto delle capacità e dell’esperienza degli enologi, gelosi delle loro tradizioni ed al contempo rivolti al futuro.

  • Peso 10

30 altri articoli della stessa categoria