Bombardoni di Gragnano 500 gr

Le armi non c'entrano nulla col nome di questo formato speciale rigato, che invece prende il nome da uno strumento a fiato delle bande musicali. Anche l'aspetto, per certi versi, lo ricorda. In effetti, i bombardoni ben si prestano a un concerto di note sensoriali e armonici sapori.

Maggiori dettagli

La ricetta: Bombardoni con robiola e carciofi

Ingredienti per 4 persone: 3 etti di bombardoni - 6 carciofi - mezzo mazzetto di prezzemolo - 2 spicchi di aglio - il succo di 1 limone - 1 bicchiere di vino bianco secco -  6 cucchiai di grana grattugiato - 4 cucchiai di olio di oliva - 2 etti di formaggio robiola - sale - pepe nero.

Preparazione: pulire i carciofi tagliando il gambo e levando le foglie più dure. Tagliare la parte superiore a 3/4 dell'altezza, tagliarli a metà e poi in quarti, asportare il fieno e tagliarli a fettine sottili. Metterli a bagno in una ciotola con acqua fredda e il succo di limone man mano che si preparano. Scaldare in un tegame l'olio, aggiungere il prezzemolo finemente tritato e l'aglio diviso a metà e rosolare. Eliminare l'aglio, versare i carciofi sgocciolati e rosolare per qualche minuto. Aggiungere il vino, lasciare evaporare a fiamma alta e proseguire la cottura a fiamma moderata per altri 10 minuti, aggiungendo un pizzico di sale. Cuocere al dente i bombardoni (15 minuti). Sciogliere in una padella la robiola aggiungendo un mestolo di acqua di cottura della pasta. Scolare la pasta, versarla nella padella della robiola e mescolare con cura. Lontano dalla fiamma aggiungere 2 cucchiai di grana e la metà dei carciofi e mescolare nuovamente. Distribuire i bombardoni nei piatti, condire con un cucchiaio di grana per ciascuna porzione e distribuire il resto del carciofi. Cospargere con un pizzico di pepe appena macinato e servire.